LE NUVOLE DEGLI ARCHITETTI – PARTE IV [Ultima]

Parco scientifico-tecnologico by Mirko Pizzato [2006]

Il progetto si basa sulla volontà di individuare una soluzione atta ad arricchire lo skyline di Marghera [VE], prevedendo la realizzazione di un edificio che si possa presentare quale elemento di identificazione comune per i futuri utenti.

Esso affronta in particolare il tema della connessione-transizione fra densità urbana e spazi verdi.

Mirko Pizzato [sinistra] con l’architetto svizzero Mario Botta.

Attività connesse all’intero processo di produzione radiotelevisiva:
  • Amministrazione
  • Imprese di affari e commerciali
  • Produzione  & Notizie
  • Trasmissione (centro di controlo e database)
  • Spazi comuni  (museo digitale e spazio espositivo per le produzioni telematiche)
  • Un Parco dei Media forma il paesaggio dell’intattenimeto pubblico, con aree di riprese e di produzione esterne.

TOTALE COSTRUITO 90.000 mq

 

Viste del modello rappresentativo.

1. Inquadramento
Il progetto per l’edificio di uffici si presenta come nuovo landmark, limite costruito tra la città industriale di Marghera e la città storica di Venezia. L’orditura delle lame–torri, perpendicolare alla via di transito che conduce al ponte translagunare, rende l’architettura visibile nello skyline di Marghera.

2. Carattere
Il progetto consiste nell’accostamento di lame-torri alte circa 35 Mt.
La stretta commistione e prossimità delle diverse funzioni fa di questo un luogo speciale, senza pregiudicare in alcun modo l’autonomia di ciascuna attività.

3. Percezione
Le facciate delle lame-torri avranno aperture capaci di disegnare un nuovo paesaggio urbano.

4. Movimento
L’edificio ottimizza il trasporto commerciale e quello privato, i flussi veicolari e pedonali.

5. Tecnica
Per ottimizzare gli spessori edilizi e la resa energetica, la struttura portante è all’interno e il passaggio degli impianti all’interno dello spessore dei solai.

Foto della cerimonia di consegna dei diplomi “Master of Architecture” [15/7/2006]
presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio [Università della Svizzera italiana].
Da sinistra a destra gli architetti: Valerio Olgiati, Heinz Tesar, Luigi Snozzi e Peter Zumthor.
Sullo sfondo l’immagine proiettata del progetto.

 

Per leggere le altre parti di “LE NUVOLE DEGLI ARCHITETTI” vai ai seguenti link: